Lo zafferano è il nuovo tartufo? Tutto sul business dell’oro rosso in un cd!

19 novembre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

E’ l’aroma degli dèi, la spezia più costosa e ricercata al mondo. 

In questi anni, lo zafferano italiano si è affermato fra i prodotti enogastronomici di lusso nel mercato europeo, asiatico e statunitense. Chi lo coltiva per tradizione, grazie alle certificazioni di alta qualità, si è ritrovato fra le mani un prodotto inaspettatamente redditizio. L’oro rosso è sempre più richiesto, dai ristoranti e dai clienti di tutto il mondo. Per fare un paragone, potremmo dire che lo zafferano sta affiancando il tartufo fra i prodotti made in Italy più ambiti.  

In Italia se ne producono quantità ridotte e in zone circoscritte – soprattutto Umbria, Abruzzo, Marche, Toscana e Sardegna – nonostante le caratteristiche pedoclimatiche ideali per la sua...

Leggi il seguito »

CCPB al Roadshow per l’internazionalizzazione

20 ottobre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

CCPB partecipa al Roadshow per l’internazionalizzazione organizzato dal Ministero dello Sviluppo economico, da ICE-Agenzia e, per la tappa bolognese di giovedì 9 ottobre, grazie alla collaborazione con Unioncamere Emilia-Romagna e Alleanza delle Cooperative Italiane Emilia-Romagna.

banner planisfero2

Le istituzioni pubbliche, le organizzazioni private delle imprese e i principali player della finanza incontrano le aziende sui temi dell’internazionalizzazione. Durante la mattina sessione plenaria, nel pomeriggio incontri con le organizzazioni...

Leggi il seguito »

CCPB al convegno: Certificazioni sostenibili, sicurezza e tracciabilità della filiera agroalimentare

19 ottobre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

L’Ordine dei dottori Agronomi e Forestali di Brescia ha organizzato un incontro sull’approccio alle certificazioni in ambito agro-alimentare, particolare attenzione è rivolta alle produzioni biologiche. Giovedì 23 ottobre, all’AmbienteParco, Largo Torrelunga 7 (Piazzale Arnaldo), Brescia.

Tra i vari interventi, Gaetano Vertova, Dottore agronomo e ispettore CCPB, approfondirà il metodo con cui aziende e professionisti possono e in alcuni casi devono approcciarsi a un sistema certificato: da un approccio sistemico nell’affrontare le problematiche aziendali e impostando delle azioni preventive, gli operatori sono in grado di garantire il rispetto di quanto stabilito nel metodo di produzione.

Cliccare sull’immagine...

Leggi il seguito »

Making Europe more Organic, una campagna per il Biologico

19 ottobre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

IFOAM EU, l’organizzazione rappresentativa in Europa per l’agroalimentare biologico, si occupa da anni di promuovere lo sviluppo e l’integrità del settore. Con oltre 160 membri il loro lavoro copre l’intera filiera del continente: dai coltivatori, ai trasformatori, i distributori e gli enti di certificazione, insieme a consulenti, esportatori e ricercatori fino alle associazioni ambientaliste e di consumatori.

banner ifoam 2014IFOAM EU lancia Making Europe more Organic, una campagna di crowd-funding (2015/2016) per supportare il lavoro di advocacy su tre tematiche care al mondo...

Leggi il seguito »

GLOBALGAP “chain of custody”: regole generali e nuova check list

19 ottobre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

Torniamo sul tema della “catena di custodia”, già trattato nelle precedenti newsletter, per informarvi che si è appena conclusa la consultazione pubblica dei nuovi documenti introdotti da GLOBALGAP ovvero “Regole Generali” e check list.

banner mele in filaCon ciò si giunge a uno standard completo da ogni punto di vista. Prima però di arrivare alla sua versione definitiva, diffusa ufficialmente sul sito, le commissioni tecniche di GLOBALGAP frutta e verdura, acquacoltura e allevamenti di bestiame, dovranno esaminare le osservazioni e gli...

Leggi il seguito »

CCPB – newsletter 11/2014

18 ottobre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

ccpb logo 2014 controllo certificazione 600x90...

Leggi il seguito »

Newsletter online 11/2014

17 ottobre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

Apriamo le news con il progetto di IFOAM UE per promuovere il biologico in Europa. Sempre sul bio l’articolo sull’impatto del rame sulla biodiversità. Anche questo mese ci sono novità su GLOBALGAP. Ottobre è infine un periodo di convegni e di rassegna stampa. Buona lettura.

Clicca sull’immagine o sui link per leggere gli articoli e nell’archivio per i numeri precedenti.

nlol 2014 11 ottobre

CCPB

L'articolo ...

Leggi il seguito »

Newsletter online 1!/2014

17 ottobre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

Apriamo le news con il progetto di IFOAM UE per promuovere il biologico in Europa. Sempre sul bio l’articolo sull’impatto del rame sulla biodiversità. Anche questo mese ci sono novità su GLOBALGAP. Ottobre è infine un periodo di convegni e di rassegna stampa. Buona lettura.

Clicca sull’immagine o sui link per leggere gli articoli e nell’archivio per i numeri precedenti.

nlol 2014 11 ottobre

CCPB

L'articolo ...

Leggi il seguito »

L’impatto del rame sulla biodiversità degli ecosistemi agricoli

17 ottobre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

Da quando lo scienziato francese Millardet scoprì che i filari di vite spruzzati con la “poltiglia bordolese” diventavano resistenti alla pernospora, l’utilizzo dei prodotti a base di rame come fungicidi agricoli si è diffuso enormemente; soprattutto, poiché molti di essi sono naturali e particolarmente economici rispetto agli altri anticrittogamici presenti sul mercato.

banner grappolo uvaPer la sua importanza economica, diffusione sul territorio italiano e sensibilità ai parassiti fungini, la viticoltura è, senza dubbio, la branca agricola simbolo dell’utilizzo del rame....

Leggi il seguito »

Rassegna stampa tra tessile e cosmesi

17 ottobre 2014 - Fonte: http://www.bionotizie.com

Se il biologico agroalimentare ha un buon riscontro anche nell’attenzione dei media, altri settori delle produzioni sostenibili, come il tessile e la cosmesi biologica e naturale, ancora faticano a trovare spazio. Per fortuna una smentita arriva però da due recenti articoli.

Cominciamo con il Sole24Ore che domenica 5 ottobre ha dedicato una pagina alle certificazioni del settore tessile. Come vedete qui sotto c’è anche una dichiarazione di Giuseppe Garcea, Scheme Manager GOTS:

puntare sulla certificazione può avere molto senso perché non solo i consumatori sono sempre più sensibili all’impatto delle lavorazioni sull’ambiente e la salute, ma la certificazione è anche un pre requisito per entrare nei circuiti della...

Leggi il seguito »