Sulle ali della Green Economy

25 maggio 2015 - Fonte: http://www.bionotizie.com

Dati alla mano nel nostro paese la Green Economy non è più un’utopia ma una solida realtà con numeri importanti in costante crescita.

Quando si parla di Green Economy spesso la prima immagine che ci può venire in mente è quella dell’attempata coppia di hippie o dello scienziato stramboide. O comunque di un qualcosa spesso relegato ad una realtà lontana da quella italiana. Questo poteva essere vero fino qualche anno fa ma allo stato attuale, fortunatamente, non esiste nulla di più sbagliato. Gli ultimi dati relativi al 2014 in Italia parlano infatti di un settore in forte crescita, tanto da esser addebitato come uno dei principali motori della possibile ripresa dalla crisi che attanaglia l’economia nazionale.

La...

Leggi il seguito »

Ddl ecoreati, cosa cambia in 7 punti

20 maggio 2015 - Fonte: http://andreainforma.blogspot.com/
Dopo oltre due decenni di sforzi è stato approvato il ddl ecoreati ieri al Senato. Ecco cosa cambia e cosa aspettarsi.

di Chiara Boracchi


Ci sono voluti 21 anni di fatiche da parte delle associazioni ambientaliste, ma alla fine il Decreto legge sugli ecoreati, ossia sui reati contro l’ambiente, è stato approvato. È successo ieri, in Senato,...

Leggi il seguito »

Autostrade, il via libera di Aiscat non risulta a Bruxelles

15 maggio 2015 - Fonte: http://www.senzabarcode.it

Aiscat annuncia via libera UE su proroga concessioni ma a Bruxelles non risulta. Stupiscono dichiarazioni a borse aperte su interessi miliardari. Green Italia Riceviamo e pubblichiamo “L’annuncio di ieri fatto dal presidente

Post scritto da SenzaBarcode Redazione

...

Leggi il seguito »

Fracking: arriva una nuova tecnologia

15 maggio 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it
Il fracking per aumentare il petrolio. Ora si utilizzano trivelle orizzontali accettate anche dove la perforazione idraulica è vietata

Petrolio o non petrolio questo è il problema. Mentre Legambiente con il decimo rapporto ‘Comuni Rinnovabili’ premia l’Italia per l’uso di impianti fotovoltaici e accumulo energetico, purtroppo nel resto del mondo si rimane ancorati ad un’economia basata su fonti fossili.

Uno dei maggiori spettri è la tecnica del fracking, che ha attratto con molta voracità investitori, che si sono impegnati per una nuova corsa all’oro. Partito dagli Stati Uniti, solitamente il fracking liberava fiumi di shale oil, ma ora grazie ad una nuova tecnologia sarebbe possibile recuperare giacimenti di petrolio convenzionale. Ciò consentirebbe di aumentare...

Leggi il seguito »

Quelle scorie nucleari al confine tra Ucraina e Russia

14 maggio 2015 - Fonte: http://andreainforma.blogspot.com/

Più di tremila barre di combustibile nucleare esaurito conservate all’interno di fusti metallici accatastati in un sito nella città di Zaporizhia in Ucraina, a nord di Kiev, ad appena duecento chilometri dal confine con la Russia. Un’area di stoccaggio che si trova nelle vicinanze della più grande centrale nucleare d’Europa: Chernobyl, dove un incidente nel 1986 provocò la morte di numerose di persone e l’inquinamento radioattivo della zona circostante.

Alla preoccupazione...

Leggi il seguito »

Apple e Wwf insieme per una produzione green

14 maggio 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it
Apple diventa sempre più green e si unisce al Wwf per ridurre le emissioni di Co2 in Cina.

Lo scorso mese il colosso dell’ hi-tech aveva annunciato la costruzione di un mega impianto solare in Cina ed ora invece stringe un accordo con il Wwf , l’associazione ambientalista più conosciuta al mondo, per la gestione di 400mila ettari di foreste, da utilizzare in modo sostenibile per la produzione degli imballaggi. Apple inoltre vuole dirigersi verso una vera e propria produzione sostenibile, tanto da voler diminuire le emissioni di CO2 della produzione cinese.

Il cambiamento non sarà immediato, modificare i procedimenti produttivi ed inserire processi che abbattono emissioni e rendono più sostenibile la produzione...

Leggi il seguito »

Natura in pericolo, arriva una campagna web

14 maggio 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it
Arriva la campagna on-line “Allarme natura” che permette ai cittadini di partecipare alla consultazione pubblica della Commissione Europea, in vista della revisione delle direttive dedicate ad Habitat e Uccelli.

L’Unione Europea ha la più diffusa rete di aree protette al mondo, che tocca un quinto della superficie della Terra e il 4 per cento delle aree marine europee. Ora questo patrimonio è a rischio, perché alcune direttive fondamentali sul tema ambientale sono in una fase di revisione.

Gli ambientalisti di tutta Europa si sono perciò mobilitati in difesa delle leggi Ue sull’ambiente, lanciando la campagna on-line “Allarme natura”. I cittadini potranno così partecipare alla consultazione pubblica della Commissione Europea, che si trova alle prese con la...

Leggi il seguito »

Un nuovo terremoto colpisce il Nepal

12 maggio 2015 - Fonte: http://andreainforma.blogspot.com/
Secondo quanto riferito dall'U.S. Geological Survey, l'epicentro si trova 68 chilometri a ovest del villaggio di Namche Bazar, vicino al monte Everest

I resti di alcune case crollate a Bhaktapur, in Nepal, dopo la scossa del 25 aprile scorso (Reuters/Navesh Chitrakar)
Un nuovo terremoto di forte intensità ha colpito il Nepal, secondo quanto riferito dall'U.S....

Leggi il seguito »

Disneyland premiata per la lotta allo spreco alimentare

11 maggio 2015 - Fonte: http://andreainforma.blogspot.com/
Il Disneyland Resort è stato insignito del Food Recovery Challenge Award dell’Agenzia per la protezione dell'ambiente statunitense.

di Lorenzo Brenna


Nel 2012 gli americani hanno gettato nel cassonetto circa 35 milioni di tonnellate di cibo, quantità di gran lunga superiore a qualsiasi altro tipo di rifiuto finito in discarica. Una volta buttati gli alimenti si decompongono in discarica generando grandi quantità di metano, un gas serra 23 volte più...

Leggi il seguito »

L’amianto uccide una persona ogni tre ore

7 maggio 2015 - Fonte: http://andreainforma.blogspot.com/

In Italia, ogni anno 3mila persone, otto al giorno, una ogni tre ore, muoiono di mesotelioma pleurico o di uno degli altri dieci tumori asbesto correlati. Il dato arriva dall’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom), ma non basta a descrivere quanto la fibra killer pesa sul presente e sul futuro dell’Italia.
Secondo il Fondo nazionale amianto il costo sociale è di almeno mezzo miliardo di euro l’anno. Ma questa strage è solo la punta dell’iceberg....

Leggi il seguito »