Pubblica amministrazione, la riforma Madia è legge

4 agosto 2015 - Fonte: http://andreainforma.blogspot.com/
L'aula del Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge di deleghe al governo. I voti favorevoli sono stati 145, 97 i voti contrari, nessun astenuto. Renzi: «Un abbraccio agli amici gufi»


L’aula del Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge di deleghe al governo sulla riforma della pubblica amministrazione. I voti favorevoli sono stati 145, 97 i voti contrari, nessun astenuto. Il numero legale è stato garantito...

Leggi il seguito »

Energia, le proposte dell’Autorità per ridurre le bollette: più letture, fatturazione frequente e indennizzi

4 agosto 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

L’Autorità per l’energia ha inserito nel suo documento “Fatturazione nel mercato retail” alcune proposte per arginare il fenomeno del caro bollette. L’obiettivo principale è quello di eliminare o ridurre la presenza degli acconti nelle bollette dell’elettricità: stop a stime e conguagli, più spazio a fatturazioni basate sull’effettivo consumo. I soggetti interessati potranno presentare le loro osservazioni entro la fine del prossimo mese di Settembre.

Letture dei contatori più frequenti

Il primo rimedio proposto dall’Autorità riguarda le letture dei contatori: devono essere più frequenti sia quelle effettuate dai gestori che quelle...

Leggi il seguito »

Poste Italiane verso una rapida privatizzazione

4 agosto 2015 - Fonte: http://www.ilprimatonazionale.it

Roma, 4 ago – La prossima settimana Poste Italiane depositerà in Consob il prospetto che annuncerà la collocazione in Borsa tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre. L’intento, per la controllata del Ministero dell’Economia e delle Finanze, è di procedere speditamente verso la privatizzazione che porterà sul mercato fino al 40% del gruppo. […]

Fonte: IL PRIMATO NAZIONALE

...

Leggi il seguito »

Inps, contro il rischio povertà Boeri rilancia l’idea del reddito minimo garantito

4 agosto 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

Il presidente dell’Inps, l’economista Tito Boeri, ripropone con forza l’idea del reddito minimo garantito per gli over 55: sarebbe lo strumento ideale per contrastare la povertà in Italia. La proposta è stata rilanciata dopo che lo Svimez ha diffuso i preoccupanti dati sull’economia al Sud, che hanno confermato una situazione già difficile, ma che negli ultimi anni è ulteriormente peggiorata, con la forbice tra Nord e Sud che con la recessione si è allargata fino a sfiorare il 30% (nel Meridione il 40% della popolazione è sotto la soglia di povertà, mentre al Nord il dato si ferma al 13%).

Ogni volta che il problema del Mezzogiorno sale alla ribalta si torna a parlare...

Leggi il seguito »

Schiavi del debito? Il problema è che non siamo sovrani

4 agosto 2015 - Fonte: http://www.ilprimatonazionale.it

Roma, 4 ago – Quarantasei. Proprio quarantasei sono le volte che, nei centocinquant’anni di unificazione, il debito italiano ha doppiato il valore del PIL. Insomma per quasi un terzo della nostra storia avremmo sforato abbondantemente il prodotto interno lordo. Quindi non è niente di eccezionale quanto la BCE, Wolgang Schäuble, Mario Monti, Renzi o Jean-Claude […]

Fonte: IL PRIMATO NAZIONALE

...

Leggi il seguito »

Economia siciliana: aumentano i turisti, la ripresa è ancora lontana. I dati nel report di Confindustria

3 agosto 2015 - Fonte: http://ilmattinodisicilia.it

Link Il Mattino di Sicilia

Economia siciliana: aumentano i turisti, la ripresa è ancora lontana. I dati nel report di Confindustria – CRM “Check – up mezzogiorno”. I lettori del Mattino di Sicilia possono scaricare il report a questo link. Circa la situazione del Sud, che torna d’attualità in questi giorni dopo i dati drammatici ci sono i  primi, timidi, segnali […]

Fonte Economia siciliana: aumentano i turisti, la ripresa è ancora lontana. I dati nel report di Confindustria

...

Leggi il seguito »

Cambio Euro/Dollaro, tasso in continuo calo nel Forex: comprare negli USA conviene sempre meno

3 agosto 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

Il tasso di cambio Euro/Dollaro continua ad attraversare un periodo di calo nel ramo del Forex, aggirandosi negli ultimi giorni attorno a quota 1,09 e penalizzando, di conseguenza, i cittadini europei che fino a qualche anno fa potevano sfruttare la potenza dell’euro per mettere a segno veri e propri affari durante i loro viaggi negli USA.

Ultimi sviluppi del tasso di cambio Euro/Dollaro, ennesimo calo dopo il PIL USA

Nella giornata di giovedì 30 luglio sono stati diffusi i dati relativi al PIL degli Stati Uniti nel secondo trimestre...

Leggi il seguito »

Tagli alla sanità, le novità: esami e analisi solo se necessari, altrimenti si dovranno pagare

3 agosto 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

Negli ultimi giorni si è parlato tanto dei tagli alla sanità che potrebbero portare grandi novità in ospedali e ambulatori: con la riorganizzazione visite, analisi ed esami per immagini potranno essere prescritti gratuitamente solo se realmente necessari. In più potranno esserci anche delle penalizzazioni per quei medici che firmeranno prescrizioni non appropriate.

Con i tagli alla sanità si devono recuperare 10 miliardi in 5 anni

Entro la conclusione di questo mese il Ministero della Salute indicherà quali saranno gli interventi mirati alla riduzione degli sperperi. Saranno coinvolte tante prestazioni (come la risonanza, la Tac, il test per l’individuazione del livello...

Leggi il seguito »

L’ennesima falsa propaganda di Renzi sul bonus pensione

3 agosto 2015 - Fonte: http://maxsomagazine.blogspot.com/

Matteo RenziOggi(3 agosto) 4 milioni di pensionati hanno ricevuto dall’Inps la restituzione parziale degli arretrati per il mancato adeguamento degli assegni scattato nel 2012. Arriva così il risarcimento dopo la bocciatura...

Leggi il seguito »

La borsa di Atene riapre dopo un mese e crolla: -20%

3 agosto 2015 - Fonte: http://www.ilprimatonazionale.it

Atene, 3 ago – La borsa di Atene era stata chiusa, insieme alle banche, una settimana prima del referendum con il quale i greci erano chiamati ad esprimersi sul piano di salvataggio dei creditori internazionali. Aveva vinto il “No”, il che non si è tuttavia tradotto in un’uscita del paese dall’euro. Tsipras ha infatti accettato […]

Fonte: IL PRIMATO NAZIONALE

...

Leggi il seguito »