Aula Magna al completo per convegno CAI sulla responsabilità dell’accompagnamento in montagna

27 novembre 2014 - Fonte: http://www.cittadinovara.com

Mario Draghi e il Quantitative Easing all’americana

27 novembre 2014 - Fonte: http://keynesblog.com

 

draghi

di Thomas Fazi da Sbilanciamoci.info

Draghi ha incassato l’ok ad una politica di quantitative easing “all’americana”, estesa cioè anche ai titoli di stato. Un importante passo avanti, ma non sufficiente



Pare che all’ultimo meeting della Bce Mario Draghi, forte anche del sostegno della Merkel, abbia ancora una volta avuto la meglio sui “falchi” facenti...

Leggi il seguito »

La contraddizione del banchiere centrale

19 novembre 2014 - Fonte: http://keynesblog.com

bankitalia

E’ molto interessante il resoconto del Sole 24 Ore sull’intervento di Salvatore Rossi, direttore generale di Bankitalia. Rossi ha evidenziato il fatto che l’euro è una moneta senza stato e che quindi è complicato tenere insieme la politica monetaria con quella fiscale.

Inoltre secondo...

Leggi il seguito »

Perché l’euro non è ancora crollato?

11 novembre 2014 - Fonte: http://keynesblog.com

euro-morto1

L’euro è un morto che cammina, ma gli zombie sono piuttosto resistenti

LA CRISI DELLA LIRA 1964

Per capire perché l’euro non è ancora morto, è utile guardare alla storia dei regimi monetari. Vi sono differenze notevoli tra questi: il vecchio gold standard non era uguale al regime di Bretton Woods, né questo allo SME, né lo SME all’Euro. A noi però interessa guardare...

Leggi il seguito »

Il referendum della Catalogna, campanello d’allarme per l’Europa.

10 novembre 2014 - Fonte: http://www.notizieitalianews.com/

Contestualmente alle ricorrenze per il 25° anniversario dalla caduta del Muro di Berlino (su cui si può leggere un interessante articolo...

Leggi il seguito »

C’era una volta un muro, a Berlino…

9 novembre 2014 - Fonte: http://www.notizieitalianews.com/
Il 9 di novembre di 25 anni fa, con una rapidità inaspettata, si sgretolava il simbolo più eloquente della divisione tra Oriente ed Occidente, tra il mondo comunista e quello cosiddetto capitalista: il muro che a Berlino divideva in due la...

Leggi il seguito »

La Bce fa il punto e noi facciamo il punto a lei. Come siamo ridotti

7 novembre 2014 - Fonte: http://www.intelligonews.it
draghi 2di Luca Lippi

La Bce fa il punto della situazione, che tradotto in linguaggio non convenzionale vuol dire che Mario Draghi ha ripetuto quanto detto nelle cinque riunioni precedenti, cioè niente.

I tassi rimangono invariati al minimo storico, 0.05% mentre i tassi sui prestiti marginali e sui depositi bancari restano, rispettivamente, a 0,30% e -0,20%. Rimane ferma dunque l’inutile intenzione (è da due mesi che Draghi segue questa strategia), di far circolare...

Leggi il seguito »

INCIDENTE NUCLEARE – Scatta l’allerta in Europa Centrale

7 novembre 2014 - Fonte: http://www.ilfattaccio.org

L'articolo INCIDENTE NUCLEARE – Scatta l’allerta in Europa Centrale sembra essere il primo su Il Fattaccio.

REPUBBLICA CECA SPENTI 3 DEI 4 REATTORI DI DUKOVANY per la perdita di liquido refrigerante destinato al nocciolo. In funzione le unità 1 e 2 dell’impianto costruito nel 1987. Allarme nucleare nel cuore dell’Europa. Nelle scorse ore due dei quattro reattori della centrale di Dukovany, in Moravia meridionale (Repubblica Ceca), sono stati fermati a causa […]

L'articolo ...

Leggi il seguito »

Diego Fusaro: “La mia risposta a Trichet e la strada francese”

6 novembre 2014 - Fonte: http://www.intelligonews.it
diego 1“L’Ue va male perché impone regole che non hanno nulla di democratico ma sono dettami di finanza e sistemi eurocratici”. Netta l’analisi di Diego Fusaro, filosofo, sulle parole di Trichet. A Intelligonews spiega cosa sta accadendo, cosa potrebbe accadere e cosa dovrebbe fare l’Italia.

Trichet dice che l’Ue va male perché i Paese non rispettano i patti. E’ così?

«Beh, mi pare che sia una versione lievemente di parte. Mi pare che l’Ue vada male proprio...

Leggi il seguito »

L’operazione Mare Nostrum non va fermata

1 novembre 2014 - Fonte: http://www.notizieitalianews.com/
Continuano le prese di posizione perché non s’interrompa l’operazione Mare Nostrum. Ultimo in ordine di tempo, è un nutrito gruppo di associazioni che operano nel sociale a chiedere al governo di non compiere questo “gravissimo errore”: dalla Caritas Italiana al Centro Astalli, dalle ACLI all’ARCI, dalla Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia alla Fondazione Migrantes, dalla Comunità di Sant'Egidio...

Leggi il seguito »