Social network, con Clear si potrà cancellare il passato

25 aprile 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

Sarà capitato a chiunque preso da rabbia, emozione o istintività di pubblicare su qualche social network dei post che qualche tempo dopo gli risulterà imbarazzante o addirittura pericoloso.

Dopo l’euforia iniziale dettata dall’avvento dei social network, nel tempo è nata negli utenti la consapevolezza di salvaguardare la propria reputazione digitale, divenuta ormai un prolungamento di quella reale. E proprio da questo assunto nasce la necessità di controllare i post pubblicati in passato e che adesso potrebbero non essere più graditi per il proprietario del profilo. A seconda dell’attività sui social network, scovare le condivisioni passate può risultare estremamente difficile: ecco allora lo scopo della nuova applicazione “Clear“,...

Leggi il seguito »

Radar per fermare migranti

25 aprile 2015 - Fonte: http://maxsomagazine.blogspot.com/

Barcone di migrantiUn milione di profughi siriani arriverà in Europa nei prossimi 5 anni. Questo è l’allarme lanciato dall’Onu. Il ...

Leggi il seguito »

Facebook, con “Hello” informazioni sulle chiamate ricevute

24 aprile 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

Facebook lancia una nuova applicazione che mira a rafforzare la presenza dell’azienda di Marck Zuckerberg nel campo della telefonia mobile.

Lo scopo di “Hello“, questo il nome dell’app, è quello di fornire dati e informazioni anche su numeri che non abbiamo in rubrica e di cui riceviamo delle telefonate. I dati visibili sono quelli che gli utenti hanno deciso di condividere pubblicamente su Facebook, come le generalità, ma anche la data del compleanno o il lavoro.

“Hello” al momento è disponibile solo per Android ed è limitato a tre Paesi, Usa, Nigeria e Brasile ed è opera del Creative...

Leggi il seguito »

WhatsApp, chiamate disponibili anche su iOS

23 aprile 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

L’attesa è finalmente finita: anche per i possessori di iPhone sarà possibile effettuare le chiamate vocali tramite WhatsApp.

A poche settimana di distanza dall’introduzione delle chiamate VoIP per gli utenti Android, arriva l’aggiornamento più atteso degli ultimi tempi, quello che consentirà ai clienti iOS di usufruire delle chiamate vocali.

Il nuovo aggiornamento, alla stregua del precedente su Android, sfrutterà la connessione ad Internet per permettere le telefonate con WhatsApp, ma contiene al suo interno anche un’importante novità per le così tanto discusse “spunte blu“.

Tramite un semplice passaggio (Account – Privacy – Conferme di lettura)...

Leggi il seguito »

Nasce Social Age, il primo social network per anziani

22 aprile 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

Ormai chiunque ha un profilo social su Facebook, Twitter o Istagram. Però è ovvio che non sono semplicissimi da usare per chi non c’è nato con i social. Le persone anziani, ad esempio, fanno più difficoltà a relazionarsi con questi tipi di comunicazioni, molto più giovanili e all’avanguardia.

Secondo il Censis, infatti, sono sempre meno le persone anziane che usano i social network ed internet, vista la poca comprensione del sistema ed anche la manualità con cui muoversi in questo mondo avvezzo ai “diversamente giovani“, così vengono chiamati ormai.

Allora,...

Leggi il seguito »

The pepper hacker, il macinapepe che disattiva internet

22 aprile 2015 - Fonte: https://www.blogdilifestyle.it
set-macina-sale-e-macina-pepe-capstan-cole-mason

Siamo tutti incollati allo schermo dello smartphone, per giunta per ore intere: in pratica ci perdiamo il meglio della vita e di chi ci sta intorno.
In treno sono tutti su Facebook, a scuola sono tutti su Facebook e persino a tavola non si ha modo di chiacchierare senza l’intromissione di un cellulare connesso al web.
Quante volte i più anziani ci di prestare attenzione a un discorso serio? Per noi, invece, quelle chiacchiere sono solo un mero interludio tra una notifica...

Leggi il seguito »

Norvegia, addio alla radio FM

21 aprile 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

Una notizia destinata ad avere molta risonanza nel mondo della comunicazione: la Norvegia sarà il primo Paese al mondo a dire addio alla radio in FM.

La notizia in Norvegia circolava da qualche tempo, ma adesso è arrivata l’ufficialità: nel 2017 ci sarà lo “switch off” della radio FM e verrà utilizzato il Dab, acronimo di Digital audio broadcasting.

Il nuovo sistema sostituirà completamente la radio analogica e promette delle migliorie, come ad esempio una maggiore ricezione delle frequenze, con l’annullamento quasi totale delle interferenze e la ricerca in automatico della stazione a seconda da dove si trova...

Leggi il seguito »

Recuperare energia dalle condotte idriche

19 aprile 2015 - Fonte: http://maxsomagazine.blogspot.com/

LucidPipe’s lift-based turbineIn un futuro non troppo lontano, usare l’acqua di casa potrebbe diventare un modo per accendere la luce. Il primo passo è stato compiuto a Portland, negli Stati Uniti, dove sono state applicate delle turbine al sistema di condotte idriche...

Leggi il seguito »

Instagram, nuovi divieti per i nudi

18 aprile 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

Dopo Twitter, anche per Instagram arrivano nuovi divieti in relazione alla condivisione di materiale osé.

Il noto social network, di proprietà di Facebook dal 2012, ha deciso di introdurre delle normative tese a limitare la pubblicazione di foto in cui siano espliciti “natiche, seni e rapporti sessuali” e mirano, inoltre, a limitare le immagini con “bambini parzialmente o totalmente svestiti”.

Instagram censurerà anche le foto di nudo artistico, mentre saranno tollerate “le foto di cicatrici causate da una mastectomia e donne che allattano al seno”.

La notizia è amplificata anche dalle foto...

Leggi il seguito »

Pubblicati i dati rubati di Sony da Wikileaks

18 aprile 2015 - Fonte: http://www.correttainformazione.it

Il sito più conosciuto, consultato e famoso per le pubblicazioni di dati e documenti governativi o militari, Wikileaks, ha reso noti i dati della Sony che erano stati derubati tempo fa da hackers. Si trovano in un database chiamato “The Sony Archivies“.

Il tutto è successo per un “buco” nella sicurezza del marchio mondiale giapponese, famosissimo per tecnologia, videogiochi ed intrattenimento che ha permesso il derubare dei documenti. I dirigenti della Sony stanno lavorando a questo buco per contenere il più possibile il fattaccio.

Questo archivio mostra il funzionamento...

Leggi il seguito »